17.3 C
Comune di Casarano
domenica, 24 Ottobre, 2021.

Positivi al supermercato a fare la spesa. Il sindaco di Casarano smentisce la Rai.

«La notizia dei positivi al covid che facevano tranquillamente la spesa in un supermercato? Completamente falsa». Lo sostiene il sindaco di Casarano, Ottavio De Nuzzo, che è stato costretto a emanare un comunicato stampa per cercare di fermare questa fake news riportata nei giorni scorsi da alcuni siti e ripresa oggi da un programma di Rai1. «Non corrisponde a verità – recita la nota del sindaco – la notizia secondo cui in un supermercato di Casarano, qualche giorno fa, erano presenti persone positive al Covid-19 intente a fare la spesa, delle quali una sarebbe stata riconosciuta dal proprio medico curante che a sua volta avrebbe chiamato i Carabinieri».

«La notizia – aggiunge la nota – riportata nei giorni scorsi da alcune testate web locali, questa mattina è rimbalzata sulla Rai, dove in una trasmissione televisiva Gianni Ippoliti ne ha dato lettura e commento. Ho acquisito informazioni sull’episodio da varie fonti tra cui anche la locale Stazione dei Carabinieri e la notizia risulta priva di fondamento». Come spesso succede, grazie al web, una “bufala” riesce in poco tempo a elevarsi a “notizia certa”. Una delle cause è l’uso scorretto dei social, la voglia spasmodica di pubblicare sui propri profili o pagine la “notizia clamorosa” senza verificare prima le fonti.

Eppure la stessa rete poteva aiutare. Prima di pubblicare, infatti, sarebbe bastata una veloce ricerca su Google per scoprire che “i positivi al supermercato a fare la spesa” era una bufala che girava da tempo sul web e in città diverse (Desio, Bari, Firenze, Milano ecc.). Il sindaco De Nuzzo, inoltre, sostiene che la notizia «danneggia l’immagine della Città di Casarano e procura allarmismo tra i cittadini» e invita «gli operatori della stampa ad una maggiore cautela e a verificare la veridicità delle fonti di informazione prima di diffondere simili notizie. Faccio appello – conclude il sindaco – al diritto di replica e chiedo alle testate giornalistiche che hanno diffuso la notizia di dare comunicazione secondo legge della falsità della stessa».

- Pubblicità -promo

Ultimi articoli