7.8 C
Comune di Casarano
mercoledì, 14 Aprile, 2021.

SERIE D/H: “Fatal Altamura” per il Casarano, decide Spano, Tascone espulso

La gara

Primo K.O. della gestione Nevio Orlandi per il Casarano che cade sul terreno del “Tonino d’Angelo” di Altamura sotto i colpi di un Samuel Spano in stato di grazia. Rosso-Azzurri che rimangono, dunque, impantanati in seconda piazza a quota quaranta punti all’attivo ad otto lunghezze da un Taranto di Mister Laterza cinico e implacabile che si sbarazza di misura di un rinunciatario Gravina, raggiunti dal Lavello di Mister Karel Zeman che liquida la pratica-Sorrento con un sonoro quattro a zero con Burzio, Longo e l’ex centravanti casaranese El Ouazni mattatori indiscussi del match. Gara, quella tra Team Altamura e Casarano viva e intraprendente fin dalle prime battute, tuttavia con rari e blandi sussulti da una parte e dall’altra: Tom Syku, alla seconda gara consecutiva da titolare, si rivela una pedina imprescindibile per lo scacchiere tattico di Orlandi, contribuendo ad una discreta prova difensiva condita anche da lanci di pregevole tasso tecnico a liberare i compagni in profondità, Santoro il più attivo ed insidioso là davanti, senza, però, lasciare un segno significativo nel computo totale del risultato. Se le prestazioni dei vari Feola, Ficara e Favetta risultano assai sotto tono, Mattia Tascone, impreciso e poco propositivo tra le linee, si “distingue” per il doppio giallo incassato ad inizio ripresa che costringe la compagine salentina all’inferiorità numerica per poco più di quaranta minuti. Per i padroni di casa straripante Samuel Spano che realizza la personale marcatura del vantaggio e sfiora la doppietta a pochi istanti dal fischio d’inizio della seconda frazione con un’azione personale dall’alto tasso di difficoltà, facendosi beffe di Pagliai prima e di Bruno poi, costringendo chiaramente l’intera retroguardia Rosso-Azzurra ad arretrare il proprio raggio d’azione ogni qualvolta l’esterno classe ’94 avanzava verso la porta di Pitarresi; discreta la prova di Kanoutè al centro della difesa e di Fedel in mediana, sprazzi di gran classe invece per quanto riguarda Mirko Guadalupi che, spesso e volentieri, svaria su tutto il fronte d’attacco fungendo egregiamente da raccordo tra i reparti. Un successo che vale oro per la compagine murgiana di Mister Monticciolo che sale a quota trentaquattro punti in classifica, insidiando la zona play-off, boccone amaro, invece, per la corazzata di Mister Orlandi che non riesce ad imporre con continuità il proprio gioco fuori dalle mura amiche.

Il tecnico lombardo conferma lo stesso schieramento tattico del “degli Ulivi” di Bitonto, ma con interpreti diversi: Pitarresi tra i pali, ormai alla quarta gara consecutiva da titolare, Pagliai e la sorpresa-Argento sulle corsie con Syku e Figliomeni perni centrali; in mediana Bruno con Feola e Tascone in appoggio; l’ex Gravina Ficara alle spalle del duo delle meraviglie composto da Rodriguez e dal rientrante Santoro.

Nel primo tempo…

Pronti-via e già la gara è arrembante e intraprendente: a una trentina di secondi dal fischio d’inizio è Santoro, imbeccato alla perfezione da una verticalizzazione dalle retrovie, ad inserirsi alle spalle della difesa murgiana e a tentare la battuta a rete, ottimo l’intervento di Donini a sventare la minaccia; la risposta della Team Altamura non si fa attendere e, un paio di minuti più tardi, Fedel calcia ma la sfera è ribattuta in corner dall’accorta difesa ospite. Le sfuriate offensive iniziali sembrano diventare sempre più rare ed inconcludenti e Bruno e compagni provano a tenere per salde le redini del gioco, tuttavia, all’improvviso, la compagine di Mister Monticciolo trova il vantaggio: fulminea azione in ripartenza, lancio millimetrico che imbecca Samuel Spano che, un po’ defilato, supera Pitarresi e deposita in rete a porta praticamente sguarnita. Fulmine a ciel sereno per i Rosso-Azzurri, Team Altamura avanti! Bozzi, Guadalupi e lo stesso Spano premono, battendo il ferro finché è caldo e tengono alto il proprio baricentro con un Casarano frastornato che subisce il colpo e fa fatica ad imbastire delle azioni offensive degne di nota. La mediana ospite non riesce a reagire e a scuotersi, la gara è nevrotica con Tascone che forza l’intervento duro che gli costa il cartellino giallo e risulterà poi decisivo per il prosieguo delle ostilità. Al 38′ minuto il Casarano prova a pervenire al pareggio con Rodriguez che offre un ghiottissimo pallone in profondità a beneficio di Santoro che, con un delizioso tocco-sotto, supera Donini in uscita, ma la retroguardia di casa è lesta a respingere prima che la sfera varcasse la linea di porta. A quattro minuti dal termine è ancora la Team Altamura a caricare a testa bassa e a tentare la via del raddoppio con la doppia conclusione di Bozzi prima e di Guadalupi poi che impegnano severamente il riflesso di Pitarresi. Trascorso il minuto di recupero concesso dal Sig. Duzel della sezione di Castelfranco Veneto, la prima frazione si chiude sul punteggio di TEAM ALTAMURA 1 – CASARANO 0.

Nel secondo tempo…

La seconda metà di gara si apre con una Team Altamura alla riscossa e ad un soffio dal raddoppio con lo straripante Spano che si libera di Pagliai, serpeggia soavemente su un incauto Bruno e conclude a botta sicura verso la porta di Pitarresi, tuttavia la conclusione dell’esterno classe ’94 è imprecisa e lambisce il palo. Cinque minuti più avanti, Santoro risponde a tu per tu con Donini, il quale è pronto e reattivo sulla respinta in due tempi, ipnotizzando l’ex centravanti di Gravina e Monopoli. Consueta girandola di sostituzioni, intervallata, però, dall’ingenuità clamorosa di Tascone che si incunea in area di rigore, ma simula un fallo inesistente, il direttore di gara se ne avvede e tira fuori il secondo cartellino giallo che costa l’espulsione per il classe ’00 (seconda in stagione). Si fa veramente arduo il compito del Casarano che prende possesso della metà campo avversaria ma sono gli uomini di Mister Monticciolo a pungere maggiormente con l’incontenibile Spano e con il neo-entrato Langone. Guadalupi e compagnia tengono lontane le scorribande offensive ospiti con un buon fraseggio a centrocampo, ma, ad una manciata di secondi dal triplice fischio, Favetta ha sui piedi l’occasione del pari, ma l’ex attaccante del Taranto, in precario equilibrio, colpisce malamente il pallone, infrangendo, così, le residue speranze Rosso-Azzurre che tornano a casa con le ossa rotte e con la sola ed unica certezza che il Taranto di Mister Laterza non placherà la sua corsa facilmente. TEAM ALTAMURA 1 – CASARANO 0.

Di tutto questo e molto altro, parleremo nella giornata di domani a Meeting – I Fatti e i Protagonisti dello Sport, in onda su http://www.diffusione.net.

- Pubblicità -promo

Ultimi articoli