22.2 C
Comune di Casarano
mercoledì, 22 Settembre, 2021.

SERIE D/H: Pari al cardiopalma al “Vito Curlo”, Figliomeni raddrizza il match!

La gara

Ennesimo passo a vuoto esterno della compagine di Mister Feola che compie un piccolo-grande passo indietro dopo il roboante successo di Mercoledì scorso contro il Portici. Gara dai due volti: nella prima frazione di gioco sono Bruno e compagni a condurre le ostilità, proponendo un calcio fluido, propositivo, per larghi tratti, anche gradevole e concludendo in avanti con il settimo centro stagionale di Rodriguez ed una ghiotta chance sprecata da Mincica a ridosso dell’estremo difensore argentino Pontet; i secondi 45′, di contro, denotano le consuete carenze mentali e psicologiche degli ospiti che rientrano in campo poco lucidi, prestando, spesso e volentieri, il fianco all’avversario che, con grinta e qualità, ribalta il punteggio con due perle del neo-entrato Lopez prima e del fantasista Melillo poi. Tuttavia, i Rosso-Azzurri non demordono e acciuffano l’insperato pari a una manciata di minuti dal termine con Giuseppe Figliomeni che insacca nella porta sguarnita per un due a due che condanna il Casarano che getta alle ortiche due punti e la testa della Classifica in luogo dello sfavillante Nardò che infligge un sonoro poker casalingo al Brindisi.

Vincenzo Feola schiera i suoi con uno scacchiere a trazione anteriore con Mincica alle spalle del solito duo delle meraviglie Rodriguez e Santoro; sulla mediana confermato Giuseppe Argento che ben aveva impressionato nella gara precedente con Bruno e Feola in appoggio; in difesa ancora Longhi e Mattera protagonisti con i giovani Quacquarelli e Pagliai sulle corsie con Pitarresi tra i pali, alla seconda partita consecutiva da titolare.

Nel primo tempo…

Parte a spron battuto la corazzata Rosso-Azzurra andando ad un soffio dalla marcatura con Santoro dalla distanza e con Argento che, ben imbeccato da un preciso traversone di Mincica, colpisce docilmente, nessun problema per Pontet. Qualche minuto più tardi, il Fasano si fa vedere pericolosamente dalle parti di Pitarresi con un calcio piazzato ben calibrato che libera alla conclusione a botta sicura il centrale Petruzzi Lopez che colpisce il montante alla destra dell’estremo difensore ospite. La corazzata di Mister Feola non demorde e riprende subito in mano il pallino del gioco, impensierendo ancora Pontet che respinge prontamente la debole conclusione di Feola; prove generali del gol che arriva puntuale al minuto numero ventinove con Rodriguez che finalizza un’azione da manuale principiata da Mincica e ben orchestrata da Feola, il quale serve l’assist prezioso che il centravanti cubano sfrutta a dovere con un insidiosissimo diagonale che buca l’esperto portiere avversario. La squadra di Mister Costantini prova a reagire, ma le sfuriate offensive vengono prontamente disinnescate dagli accorti Longhi e Mattera, ma soprattutto dal funambolo dai piedi educati Salvatore Mincica che sfiora la marcatura personale a pochi istanti dalla conclusione del primo tempo: lancio dalle retrovie per Santoro che, in off-side si disinteressa della sfera, cedendo il passo al trequartista ex Gela che si invola a tu per tu con Pontet, l’estremo difensore sudamericano compie un vero e proprio miracolo, tenendo a galla i propri compagni. Dopo il minuto di recupero d’ordinanza, il sign. Domenico Castellone della sezione di Napoli, decreta il termine della prima frazione sul punteggio di FASANO 0 – CASARANO 1.

Nel secondo tempo

Ad inizio ripresa il Casarano, sulle ali dell’entusiasmo, carica a testa bassa, tentando di raggiungere il raddoppio: è Santoro a sprecare malamente un “regalo” gentilmente concessogli dalla retroguardia Adriatica. Tuttavia, il Fasano alza ritmi e baricentro, assaporando il dolce profumo della rete con una conclusione fuori misura di capitan Bernardini, per poi raggiungere il meritato punto del pari con una beffarda conclusione del neo-entrato Lopez G. che trova il jolly a Pitarresi incredulo. I Bianco-Azzurri premono, pressano alto e approfittano di un momento di “stanca” della gara per colpire nuovamente: tracciante centrale di Gentile , buco clamoroso della retroguardia ospite che lascia il fianco a Melillo, il numero dieci si mette in proprio e conclude con una secca botta a fil di palo che lascia di stucco Pitarresi. Il Fasano ribalta le sorti del match, ora il tabellino segnala: Fasano 2 – Casarano 1. Colpita a freddo dal repentino uno-due dei padroni di casa, la banda di Feola si scuote, riversandosi nella metà campo avversaria: al minuto ottantatre, Bruno guadagna un prezioso calcio di punizione che Tascone si accinge a battere, la retroguardia fasanese respinge sul sinistro di Pagliai che, di volo, coglie il montante. Il terzino classe ’02 si dispera, ma è Giuseppe Figliomeni, da vero opportunista, a ribadire in gol per il punto del due a due (terzo centro in campionato per il centrale ex Trapani). Il Casarano è galvanizzato e prova ad andare in avanti con un guizzo di Ciro Favetta che carica il destro dai venti metri, fa buona guardia Pontet. Dopo quattro minuti di recupero, il parziale rimane invariato e il direttore di gara sancisce la fine delle ostilità sul punteggio di FASANO 2 – CASARANO 2.

Prima frazione quasi interamente di marca Rosso-Azzurra, nella ripresa un Fasano più combattivo reagisce. Il punteggio conclusivo accontenta certamente gli uomini di Mister Costantini, un po’ meno Bruno e compagni che cedono la leadership al sorprendente Nardò, reduce dall’altisonante successo interno contro il Brindisi.

Di tutto questo e molto altro, parleremo nella giornata di domani a Meeting – I Fatti e i Protagonisti dello Sport, in onda su http://www.diffusione.net a partire dalle ore 17.00.

Non mancate!

- Pubblicità -promo

Ultimi articoli