8 C
Comune di Casarano
domenica, 11 Aprile, 2021.

Violenza di genere. Attivato a Casarano lo sportello antiviolenza “Ascolto Donna”.

La violenza contro le donne è un fenomeno complesso e trasversale che, situandosi nella maggior parte dei casi tra le mura domestiche, assume la caratteristica dell’invisibilità e dell’incomunicabilità, fino ad essere normalizzata all’interno di un personale percorso esistenziale. Parlare di violenza di genere, quindi, implica, oggi più che mai, la capacità di indirizzare e integrare multidisciplinarietà e competenze in rete, che muovendo da una lettura condivisa del fenomeno assicurino azioni immediate e urgenti, che sappiano leggere bisogni specifici e dare risposte adeguate e coerenti.

Il bisogno di potenziare questi luoghi, espresso dalle donne del territorio, è stato accolto dall’Ambito Territoriale Sociale di Casarano, nella persona della sua Responsabile, Gigliola Totisco, e del presidente del coordinamento, Ottavio De Nuzzo, sindaco di Casarano (entrambi nella foto davanti all’ingresso dello sportello) che hanno fortemente voluto l’apertura di uno sportello antiviolenza nel territorio comunale che ha permesso, anche in questo periodo di emergenza sanitaria, di dare il via alle attività di sportello a partire dal 25 novembre 2020, giornata storicamente dedicata alla lotta contro la violenza sulle donne. Quello nel Comune di Casarano è uno dei tre presidi previsti (Casarano, Supersano, Ruffano) dal Programma Antiviolenza “Margherita Hack 2”, promosso dall’Ambito Territoriale Sociale di Casarano e finanziato dalla Regione Puglia, per potenziare l’accoglienza e il sostegno in favore delle Donne vittime di violenza sul Comune di Casarano.

Lo Sportello Antiviolenza “ASCOLTO DONNA”, attivo tutti i mercoledì dalle ore 16.00 alle ore 18.00 presso la sede dell’Ambito Territoriale Sociale di Casarano in viale Stazione, II piano, assicura nel completo rispetto della privacy e dell’anonimato e con un’equipe di professioniste appositamente formate (assistenti sociali, avvocate, psicologhe, educatrici professionali, operatrici di accoglienza e operatrici del servizio H24), accoglienza e ascolto diretto e/o telefonico, sostegno psicologico ed elaborazione del vissuto di violenza e consulenza legale. Il centro antiviolenza garantisce inoltre il servizio di pronto intervento attivo H24 (328-8212906) per assicurare interventi in emergenza con inserimenti in struttura ad indirizzo segreto, per la tutela dell’incolumità delle donne sole o con minori; percorsi di accompagnamento presso i vari servizi della rete antiviolenza; attività di sensibilizzazione informazione, promozione e prevenzione; percorsi di inserimento sociolavorativo; accompagnamento nella ricerca di una soluzione abitativa.

- Pubblicità -promo

Ultimi articoli